L'effetto del mode nelle domande

 

 

 

AN ITEM RESPONSE THEORY APPROACH TO ESTIMATING SURVEY MODE EFFECTS: ANALYSIS OF DATA FROM A RANDOMIZED MODE EXPERIMENT

 

 

Nel Journal of Survey Statistics and Methodology, volume 5, numero 2, giugno 2017 Mariano e Elliot analizzano la differenza nelle risposte fornite a un questionario somministrato con modalità differenti.

 

Si considera l'indagine CAHPS (Consumer Assessment of Healthcare Providers and Systems), che prevede la distribuzione del questionario agli ex-pazienti di un campione rappresentativo di 45 ospedali statunitensi.

Le domande sono formulate su scala ordinale e rilevano la qualità percepita delle cure, i giudizi sugli ospedali, sul personale medico infermieristico, la probabilità di raccomandazione della struttura ai conoscenti, ecc.

Le modalità di distribuzione del questionario e i tassi di risposta per ciascuna sono:

-invio del questionario via posta cartacea (38%)

-somministrazione telefonica (27%)

-IVR (Interactive voice response): un operatore invita telefonicamente l'intervistato a rispondere; se la proposta è accettata, una voce guida interattiva raccoglie le risposte. (21%)

-mixed mode: questionario via posta cartacea + follow-up telefonico (42%)

 

Ogni ospedale sceglie per il 75% dei suoi pazienti una fra le 4 modalità disponibili; ai restanti è assegnata una modalità scelta casualmente.

Sono state raccolte 7555 interviste.

 

Si fa uso dell’IRT (Item response Theory) bayesiano per confrontare le probabilità di risposta alle modalità ordinali al variare del tipo di somministrazione.

 

Le modalità “Mai” e “Qualche volta”, elencate nelle prime due posizioni sono meno usate nel questionario cartaceo rispetto agli altri metodi, una risultanza coerente con l’effetto primacy e recency. Infatti, anche in altre indagini, si è rilevato che spesso coloro che rispondono al telefono sono più propensi a scegliere la prima e soprattutto l’ultima modalità di risposta letta dall’intervistatore (recency).

Si rileva inoltre che la modalità intermedia (“Di solito”) risulta essere scelta soprattutto fra gli intervistati con questionario cartaceo e la meno scelta fra gli intervistati telefonicamente.

 

Infine si rileva che le risposte per la mixed mode differiscono dalle risposte risultanti da un’unione pesata delle interviste raccolte telefonicamente con le interviste svolte con questionario cartaceo: la modalità “Sempre” (l’ultima categoria elencata) è selezionata maggiormente fra le interviste mixed mode e in misura inferiore fra le interviste fisso+cartaceo.

 

 

MF

 

Esperimento sul panel

CAWI verso CATI

Alcuni nostri clienti

Visitatori

Abbiamo 19 visitatori e nessun utente online

Revolution Now

Copyright Demetra opinioni.net s.r.l. sotto Free Documentation License
Sito realizzato con Joomla